ELETTRA NEWS

Novità dalla landa delle Cocche Belle e di Elettra


ORIZURU, IL MIO CONTRIBUTO
mokuhanga_Awaji and me
elettranews
Ecco qui il lavoro che ho prodotto per la mostra ORIZURU, aperta da oggi presso la cattedrale della Fabbrica del Vapore, nell'ambito della manifestazione "Sharing Design".
Orizuru è il nome dell'origami a forma di gru.
Si è trattato di lavorare con panetti di carta ottenuta riciclando le collane di gru votive senbazuru provenienti dal Memoriale della Pace di Hiroshima, dove vengono donate per ricordare la figura di Sadako Sasaki, la bambina diventata simbolo dell'olocausto atomico della seconda guerra mondiale. La mole di corone donate arriva a parecchie tonnellate all'anno e piuttosto che venire buttate, la cartiera giapponese Nissey Sangyo di Tokushima (posto a me caro per il pullulare di cartiere che lo caratterizza) si è incaricata di raccoglierle e riciclarle, trasformandole in polpa di cellulosa che viene usata per fare shikishi e altri oggetti di cartoleria e di packaging.
Grazie a Milano Makers, questa pasta di cellulosa è stata data ad un gruppo di studenti, designer e artisti che ne hanno esplorato le qualità e le possibilità espressive. In pratica, abbiamo rispolverato la lavorazione della cartapesta utilizzando una polpa di carta già pronta per l'uso.
orizuru elettra
Kodomo, polpa di cellulosa Orizuru tinta in pasta, gesso; 2014

La polpa Orizuru si è rivelata un bellissimo materiale: per una drogata di carta come me, poter smantellare un paio di panetti di cellulosa, frullarla e manipolarla, colorarla e stratificarla, è stato molto divertente, con il plusvalore di continuare a tenere un filo rosso affettivo con il Giappone.
Ho fatto diverse prove, per sviluppare diverse idee, e alla fine ha vinto questa statuina che raffigura una bambina (Sadako chan?) a occhi chiusi, che aspetta con pazienza e con la certezza che i suoi sogni verranno realizzati.
Il lavoro è venuto onirico ben oltre il previsto, mi piace molto e mi ha permesso di scoprire la carta come materiale scultoreo di tutto rispetto. Una win-win situation, come direbbe Gian Luca :)

XILOGRAFIE MOKUHANGA AL PREMIO BIENNALE DI XILOGRAFIA CITTA' DI LODI
mokuhanga_Awaji and me
elettranews

Domenica 13 aprile 2014 si chiude la mostra Concorso "opere di xilografia Città di Lodi" allo spazio Bipielle Arte di Lodi.
Le due xilografie con cui partecipo a questa mostra collettiva sono due ritratti, realizzati su carta giapponese Awagami e dalle dimensioni medie: i fogli sono 50x70 cm, le immagini sono poco più piccole.
Eccole di seguito:
e_gorni02_low
Grazia, xilografia con colori ad acqua su carta Awagami, metodo giapponese mokuhanga, cm. 50x70, 2014

e_gorni01_low
Tempo, xilografia con colori ad acqua su carta Awagami, metodo giapponese mokuhanga, cm. 50x70, 2014

La partecipazione a questa mostra-concorso biennale è avvenuta su invito e domenica 13 aprile, durante la cerimonia di chiusura, verranno anche proclamati i tre vincitori di questa edizione.


ORIZURU, LE GRU ORIGAMI
mokuhanga_Awaji and me
elettranews
Sto collaborando a una iniziativa di scambio artistico, tecnico e culturale che si svolge nell'ambito della settimana milanese del design: ho l'onore di essere tra le curatrici di una mostra che ha proposto a un gruppo di studenti, artisti e designer di lavorare con la polpa ORIZURU, una pasta di cellulosa proveniente dal Giappone, ottenuta attraverso il riciclo delle corone votive di gru donate presso il monumento di Sadako Sasaki a Hiroshima. A permettere questo esperimento sono state la cartiera giapponese Nissey Sangyo e l'associazione milanese Milano Makers. In mostra saranno 45 opere (oggetti di design, grafica, scultura) realizzate utilizzando la polpa orizuru. La mostra è contenuta in una più ampia iniziativa intitolata Sharing Design, che si svolgerà presso la Cattedrale della Fabbrica del Vapore dall'8 al 13 aprile, uno degli eventi del cosiddetto Fuori Salone, che trasforma Milano in una città caotica ma divertente, piena di iniziative, mostre e movimento.
orizuru logo

ORIZURU
a cura di
Mariella Filippi, Chiara Giorgetti, Elettra Gorni, Maria Christina Hamel, Yuko Noguchi.

La mostra raccoglie una serie di opere ideate e realizzate dagli studenti di Brera, da artisti e da designer che hanno utilizzato la pasta di cellulosa, ricavata dagli Orizuru (origami votivi a forma di gru) lasciati al monumento alle vittime dell'Olocausto atomico di Hiroshima (circa 10 tonnellate ogni anno) e riciclata nella cartiera Nissey Sangyo (Giappone), azienda specializzata nella raccolta e nel riciclo delle corone di Orizuru di origami in polpa di cellulosa.

L'ultimo giorno di mostra, domenica 13 aprile 2014, a partire dalle ore 17 e fino alle ore 24, con l'intero gruppo di opere sarà organizzata una vendita benefica il cui ricavato verrà devoluto all'associazione Francesco Vozza Onlus presso la Clinica Macedonio Melloni di Milano.

Apertura: martedì 8 aprile, ore 11
Inaugurazione: martedì 8 aprile, ore 18.30

studenti in collaborazione con Accademia di Brera corso Stampa d'Arte
Andrea Anselmi
Claudia Bossi
Debora Cocchetti
Sergio Cusumano
Mario Fiorillo
Vera Gatti
Giulia Gentilcore
Georgia Torreano Herrera
Shiva Jabarikhatab
Gao Kang
Simona Marasco
Alessia Martinez
Ilaria Piccardi
Andrea Pirro
Cristiano Rizzo
Erica Sanzeni
Lucrezia Villa

artisti
Ettore Antonini
Mireille Arditi
Carmen Boccù
Francesco Ceriani
Alessia Di Nunzio
Anna Ferrarini
Anna Filippi
Mirella Gerosa
Chiara Giorgetti
Elettra Gorni
Margherita Labbe
Margherita Serra

designer
Cinzia Anguissola
Emanuele Benevolo
Alessandra Bruno
Sergio Maria Calatroni
Gianni Cella
Maurizio Corrado
Andrea Epifani
Nuala Goodman
Gumdesign Laura Fiaschi Gabriele Pardi
Maria Christina Hamel
Paola Ponzellini
Franco Raggi con Elisabetta Wolleb
Franca Salvarani
Laura Villani
Donatella Zaccaria
Marco Zanuso


SHARING DESIGN
Il mondo 3D incontra il mondo 10D

Fabbrica del Vapore, via Procaccini 4
20154 Milano
dall'8 al 13 Aprile 2014 dalle 11 alle 24
Mostra organizzata da Milano Makers
in coproduzione con il Comune di Milano

MOSTRE 2014 #2: "Concorso opere di xilografia Città di Lodi", 21 Marzo - 13 Aprile 2014
mokuhanga_Awaji and me
elettranews

Tra poco più di una settimana inaugura nello Spazio Arte della Banca Popolare di Lodi una mostra-concorso di Xilografia a cui partecipo anche io con una coppia di stampe mokuhanga.
mostra xilografia lodi
Le ho preparate tra la fine del 2013 e l'inizio del 2014, appositamente per questa mostra, dato che il formato richiesto per partecipare era abbastanza speciale (e enorme): 50x70 cm! Essendo le mie stampe policrome, ho trafficato parecchio per allargarmi su un formato così poco maneggevole. Ho dovuto sperimentare un nuovo tipo di supporto per le matrici, usando MDF al posto del multistrato, e ho dovuto utilizzare carta molto poco inumidita per poterla gestire da sola in fase di stampa.
Lavorare alle due stampe è stato una specie di corso autoimpartito, il formato mi ha messo alla prova e mi ha spinto a cercare soluzioni nuove: ho imparato da sola a trattare la base MDF per farle sopportare l'umidità dell'inchiostrazione ad acquerello tipica del metodo xilografico giapponese mokuhanga e ho sperimentato felicemente la gestione di fogli di carta grandi come lenzuolini! Il risultato mi soddisfa molto, si tratta di due ritratti che non vedo l'ora di vedere in mostra allo spazio Bipielle di Lodi, una sede espositiva di una certa qualità e prestigio.
L'elenco degli artisti invitati è piuttosto interessante, soprattutto perché leggo (e scopro) che parteciperà anche Sergio Tarquinio, che io conoscevo come fumettista e che adesso scopro incisore xilografo! Sono orgogliosa di esporre le mie opere insieme alle sue, non è mai successo con le tavole a fumetti, succederà adesso con le xilografie! Il mondo è davvero piccolo e la vita piena di sorprese!


Xilografia Giapponese all'Accademia di Brera
mokuhanga_Awaji and me
elettranews

Il corso di Xilografia Giapponese Mokuhanga che sto tenendo all'Accademia di Belle Arti di Brera chiude un cerchio che si è aperto nell'autunno del 2007, quando spedii in Giappone l'application per partecipare alla residenza artistica NAP Nagasawa ArtPark Residency. Allora avevo ricevuto il sostegno di alcuni insegnanti dei corsi che frequentavo come studentessa di Grafica, che mi incoraggiarono moltissimo prima di partire e mi permisero di fare la prima dimostrazione di xilo Mokuhanga a Brera non appena ritornai dal Giappone.
mokuhanga brera
Foto di Chiara Giorgetti

Insegnare a Brera, quindi, è anche un modo per ritornare a un momento molto significativo del mio percorso artistico e ringraziare, trasformandomi in un tramite di conoscenza acquisita in un posto e travasata in un altro.
L'esperienza si sta rivelando divertente e costruttiva, suddivisa in quattro appuntamenti fino al 3 aprile. Certo, purtroppo mancano i tavoli bassi per imparare a incidere stando inginocchiati come è successo a me a Nagasawa, tuttavia le conoscenze generali passano e sono molto curiosa di vedere come ciascuno studente personalizzerà l'insegnamento ricevuto.


MOSTRE 2014 #1: "Heading JMB 2014", 13-23 January 2014
mokuhanga_Awaji and me
elettranews
"Heading JMB 2014", 13-23 January 2014, presso Viaviajogja a Jogjakarta (Indonesia): prima mostra dell'anno che comprende anche due mie stampe.
mokuhanga
Queste due stampe, insieme a una terza, erano state spedite in Indonesia a ottobre 2013 per partecipare a una precedente mostra ma, siccome il loro viaggio postale e' durato due mesi e sono arrivate  a destinazione in super ritardo, al loro posto nella mostra c'era un vuoto. L'organizzatore, ex compagno di residenza artistica a Awaji, ha comunque esposto le mie stampe alla mostra successiva, "Heading JMB 2014", una piccola introduzione a una piu' grande rassegna che si terra' a Jogjakarta nel 2014.
Nonostante in questo periodo io mi muova poco da Milano, pezzi del mio lavoro e della mia faccia girano il mondo, soprattutto a Oriente, e di questo non posso che essere felice e orgogliosa!

20 YEARS OLD: HAPPY BIRTHDAY COCCHE BELLE!
mokuhanga_Awaji and me
elettranews
Approfitto dell'ultimo giorno dell'anno 2013 per fare gli auguri di buon anno nuovo a tutti quelli a cui capita di passare per di qua. Mi piace chiudere l'anno pensando che proprio 20 anni fa, nel 1993, veniva pubblicata la prima storia delle Cocche Belle (dall'ispirato titolo "Caccia all'uomo!") sull'Almanacco delle Mie Brame di Lupo Alberto.
cocche belle
Questa foto, che ho recuperato in giro per internet, riguarda un successivo Almanacco di Lupo Alberto, su cui usci' la seconda storia delle Cocche, "La Grande Carburata". Che dire: 20 anni sono volati, le Cocche non sono cresciute di 1 giorno e continuano a essere le adolescenti che erano (e adolescenti resteranno per sempre), e a vivere la loro vita nelle avventure che ho scritto, semiscritto e lasciato nel cassetto. Magari un giorno, come succede agli uadi o ai fiumi carsici, usciranno dalla loro vita sotterranea e torneranno per un tratto allo scoperto. Per ora mi piace ricordare il momento della loro nascita e l'emozione che l'esperienza di inventarle, scrivere per loro e disegnarle mi ha procurato.

RESOCONTI DI NOVEMBRE
mokuhanga_Awaji and me
elettranews

Il mese appena concluso e' stato pieno di avvenimenti e di impegno per perseguirli. Due mostre sono una bella prova, specialmente perche' sono stata coinvolta in prima persona nella loro organizzazione.
La prima, presso il residence S.Vittore, era una personale, un momento che ho gestito considerandolo un compendio delle attivita' di dieci anni di ricerca, vagolamenti e studio. I viaggi all'estero, l'Accademia, la scoperta della xilografia e della scultura, la residenza a Awaji si sono condensati in una scelta di lavori dedicati soprattutto all'autoritratto.
mostra mokuhanga
Per l'occasione ho rispolverato e rieditato uno dei volti di lattice che avevo preparato durante il corso di Scultura del 2009 con il prof. Lodigiani. Ritagliato sul retro e esposto come una pelle rimossa, rappresentava bene il procedimento di crescita personale e metamorfosi che era il tema della mostra.

Invece per la mostra collettiva dedicata alla Xilografia ho rispolverato le mie competenze professorali, accumulate durante gli anni di studio a Venezia, e ho preparato una lettura dedicata alla nascita e allo sviluppo della xilografia in Giappone. Aver studiato con Fernando Mazzocca, Lionello Puppi, Manlio Brusatin e gli altri professori notevoli che bazzicavano la Facolta' di Lettere di Ca' Foscari negli anni '90 mi ha permesso di apprendere un buon metodo di ricerca teorica: in mezz'ora ho passato in rassegna una storia - peraltro poco nota - di vari secoli; la successiva dimostrazione pratica ha contestualizzato la parte teorica, che era impostata sia sulla storia che sul tema della contaminazione della tecnica tra passato e presente, tra occidente e oriente.
mostra mokuhanga
Photo by Ch. Giorgetti

Ho avuto alcuni ascoltatori d'eccezione, tra cui il centotreenne (!) Gillo Dorfles, che mi ha fatto molti complimenti ed elogi e che ha chiesto se all'opera c'erano due gemelle. In effetti lo sdoppiamento di ruoli (teorico e pratico) non e' comune ma lo stesso Gillo Dorfles, con la sua carriera poliedrica di storico, critico e artista, ne e' un esempio. Lo considero un modello e i suoi complimenti un augurio di buon proseguimento!


CONFERENCE 02!
mokuhanga_Awaji and me
elettranews
Fatto! giovedi' scorso ho tenuto la mia ora di conferenza/dimostrazione sulla stampa xilografica giapponese presso la galleria Spazio 28 qui a Milano. Senza falsa modestia, posso permettermi di dire che e' andata molto bene e che ho avuto l'onore di essere ascoltata, oltre che da carissime e competenti amiche e da studenti attenti, anche da Gillo Dorfles, che e' venuto in galleria per vedere la mostra e, dato che c'era la conferenza, per seguire pure quella! E mi ha pure fatto i complimenti!!!
conferenza mokuhanga
La prima parte della conferenza e' stata dedicata alla dissertazione teorica: il tema trattato era un veloce excursus sulla genesi e la storia della xilografia in Oriente, con una speciale attenzione sulla sua evoluzione in Giappone. In mezz'ora ho dovuto bignamizzare parecchio, ma la mia intenzione era quella di fornire spunti di interesse.
Subito dopo, in ginocchio e su un tavolino basso (cosa che mi ha riportato ai tempi della residenza artistica a Nagasawa), ho mostrato come si stampa secondo la tecnica giapponese, ovvero a mano e senza torchio o l'ausilio di sostanze chimiche tossiche.
conferenza mokuhanga
Mi sono molto divertita e ho notato grande interesse verso questa maniera di produrre immagini in serie nella propria intimita' domestica (l'uso del tavolino basso alla giapponese favorisce molto questo aspetto di lavoro intimo e casalingo).
La mostra "Xilografia, una tecnica antica e attuale" e' ancora aperta e visitabile fino al 5 dicembre, presso la Galleria Spazio 28, in Via Corridoni 49 a Milano.

CONFERENCE!
mokuhanga_Awaji and me
elettranews

In questi giorni sono travolta da un certo quantitativo di cose - per la maggioranza belle - da fare. Tra queste ci sarebbe anche l'aggiornamento del blog, che tentero' di eseguire in modo telegrafico.
Ieri c'e' stata l'inaugurazione della mostra di Xilografia qui a Milano, alla galleria Spazio 28 di via Corridoni 49. E' andata molto bene, piacevole, un bel po' di gente e' venuta a vedere le opere mie e di altri dieci artisti che lavorano con la xilografia.
Domani pomeriggio, poi, per me sara' un momento caldo (anche se fuori ci sono pochi gradi), dato che terro' la mia conferenza sulla storia della Xilografia in Oriente.
Ovviamente un'ora di tempo fara' si' che io snellisca parecchio i contenuti, quindi non sara' niente di barboso, ma principalmente una serie di suggerimenti e spunti per chi volesse cominciare ad aprirsi nuovi orizzonti nella storia delle immagini non solo occidentali, partendo dal punto di vista (molto antico, invero) della xilografia.

Io stessa, da quando ho iniziato le mie ricerche, continuo a stupirmi della ricchezza e della bellezza dell'arte orientale, specialmente (per il momento mi interesso di quella) dell'area cinese-coreana-giapponese; domani tentero' di trasmettere questo interesse a chi avra' voglia di sfidare il freddo invernale e tempo per venire a sentire!

GIOVEDI' 28 novembre 2013, dalle ore 18.00 alle ore 19.00
“MOKUHANGA: la tecnica xilografica giapponese tra tradizione e innovazione”
Introduzione teorica alla tecnica e dimostrazione pratica a cura di Elettra Gorni
Galleria Spazio 28, via Filippo Corridoni 49, Milano


?

Log in